A volte mi Prenota Hotel Camere Con Letti Separati per Me e Mio Marito

Un paio di Natali fa, mio marito Nathan e mi è arrivato in un hotel per un matrimonio di un amico. È stata la tappa finale di una settimana di viaggio — prima di vedere i miei genitori, quindi per lui e per noi erano entrambi esausti. In realtà, ero così stanco che avevo quasi dimenticato la sorpresa che ci aspetta dall”altro lato della porta.

“L”hotel è fare un errore?” Nathan chiese, notando le due letti matrimoniali in camera.

“No,” ho detto, come ho gettato la mia borsa. “Questo è mio”.

Questo è stato il mio regalo di Natale per me: mi aveva tranquillamente sogni di una notte da solo per tre anni, sin da quando ci siamo trasferiti nel nostro primo appartamento.

Nei mesi precedenti abbiamo ottenuto, chiavi in primo luogo, Nathan e avevo appena visto. Egli ha aperto la clinica dove ha lavorato come acquatici terapeuta alle 5:30 ogni giorno, quindi viaggiato per un”ora a frequentare il corso e completare il suo lavoro clinico ore per una laurea prima di svenire di nuovo alle 9:30 ore

Sapevo che deve essere stanco, ma non sapevo si addormentò come un morto. Quella prima notte, nelle prime ore del mattino, mi sono svegliato di congelamento. L”unità AC era sul mio lato del letto, ma le coperte sono stati tirati a Nathan, avvolte intorno a lui come una grande swaddle. “Nathan,” sussurrai, come ho cercato inutilmente di tirare un angolo del consolatore. Lui non si muoveva. Ho spostato la sua spalla. “Nathan!” Ho detto, più forte questa volta. Ancora niente.

Ha continuato in quel modo per tutta la notte. Proprio quando avevo capito come regolare il termostato su AC, lui disteso su letto, le gambe e le braccia raggiungendo per ogni quadrato pollici del mio spazio personale. Quando il suo allarme, infine, è andato fuori alle 4:30, mi è stato sollevato — e seriamente preso in considerazione di cambiare le serrature.

Per una settimana, sono andato a letto sapendo che sarei svegliato da un braccio gettato sul mio petto o un ginocchio nella schiena. Ma la notte e il suo gomito è atterrato nel mio occhio socket, ho volato in un impeto di ira cieca, pugni nel collo. “Cos”è stato?” chiese, ancora stordito.

“Oh, lo sai!” Ho urlato dietro, come wild-eyed come un pazzo ex da un film di Vita.

Si stabilirono in una nuova norma: rimase sul suo lato del nostro piccolo, full-sized letto e ho dormito sulla mia.

La mattina successiva, egli non ricordare ciò che era successo — e ancora, quasi magicamente, ha smesso di fare acrobazie nel sonno. Si stabilirono in una nuova norma: rimase sul suo lato del nostro piccolo, full-sized letto e ho dormito sulla mia. Mi sono svegliato ogni tanto, ma solo perché io sono un sonno leggero.

Ancora, ho mancato di avere il letto tutto per me. Anche dopo che i suoi tempi sono cambiati, ho spesso insistito sul fatto che Nathan doccia prima la mattina, così ho potuto avere un paio di minuti per me. Quando lui uscì dal bagno, aveva trovare me una notte tranquilla in mezzo al materasso, finalmente di nuovo in un posto felice.

Ora qui siamo stati, fissando la camera da letto dei miei sogni. Ho guardato indietro a lui, a metà in attesa di trovare un uomo distrutto. Invece, lui scoppiò a ridere: “Beh, OK! Coglione.”

Questo week-end, ho dormito come non abbia mai fatto in vita mia. La nostra ultima mattina, mi sono svegliato presto e riportate alla faccia di Nathan letto. Sembrava così dolce, che lì da lui stesso. Non riuscivo a avvolgere la mia testa intorno come mi sentivo e poi ho capito, ho perso lui.

Tre anni, e tutto era di tre metri per me vedere che era ormai diventato una sorta di coperta di linus, una presenza confortante, anche quando ha rubato la effettiva coperta.

Ho salito in punta di piedi verso Nathan letto e si infilò sotto le coperte accanto a lui. “È buono?”, ha detto, come ha tirato la coperta intorno a me. Feci un cenno di sì. Poi mi strofinò la mia testa nella sua spalla, e ridacchiò: “almeno per ora”.

Lascia un commento