Amore per la Rottura del Sesso, Odio la Rottura

Peter aprì la porta e, senza dire una parola, ho fatto un passo dentro e avvolto le mie braccia intorno al suo collo.

Ho preso a calci la porta chiusa e ci siamo ritrovati nel salotto di casa sua. Pietro mi strinse contro il suo divano, e ho potuto sentire la sua erezione palpitante contro la mia coscia. Siamo stati artigliare ogni altre—pantaloni, magliette, boxer e infradito di volo, fino a quando siamo stati completamente nudo. Pietro mi ha trasformato e piegato me lo schienale del divano, stabilizzando le sue mani sulle mie spalle.

Ugh,” lui gemeva, come egli scivolò dentro di me. Spinse i fianchi in avanti, in modo che il mio bacino colpito il bordo del divano con ogni colpo.

“Josie”, Peter sospirò, come egli chinò la mia schiena. Afferrò il mento con la mano, trasformando il mio volto a destra in modo che egli potesse baciare me. Era un angolo scomodo, e le nostre labbra appena spazzolato, in modo da Pietro preme il viso contro il lato della miniera, scivolando una delle sue dita nella mia bocca. Era come non potremmo essere abbastanza vicini tra loro.

Pietro si fece avanti, la guida più profondo, e giuro che ho visto le stelle. “Lì”, ho mormorato, come lui mi ha premuto strategicamente al bordo del divano, di nuovo e di nuovo. Sono venuto fino a raggiungere circa e afferrando Pietro culo e tenerlo dentro di me. Non molto tempo dopo, Peter seguito il mio piombo.

Pietro baciato un angolo nel mio collo prima di raddrizzamento e di allontanarsi da me. Mi voltai e si appoggiò al divano.

“Era proprio dire,” di Pietro ha detto.

“Perché?”

“Perché ho intenzione di perdere”. Le sue parole il mio petto stringere.

“Anche a Me.” Mi chinai a raccogliere i miei vestiti e ha iniziato a metterli su.

“Josie, non voglio essere con Elizabeth.”

“Io so che voi non,” ho detto, vibrando nel mio jeans. “È l’altro senso intorno.”

Pietro scosse la testa.

“Pietro,” ho detto.

“Non ha”, ha insistito. “È solo che…non riesco a capire come lei”.

“Allora, dimmi.”

“Lei è alfa, lei territoriale, che è tutto ciò che è.”

Incrociai le braccia sul mio petto. “Vorresti dirle di andarsene?”

“Non fare del bene. Ecco come lei”.

“O tu non vuoi fare nulla per la sua pipì fuori ora che avete bisogno di suo padre?”

Peter sospirò. “Cerchiamo di non farlo di nuovo.”

“Hai portato.”

Pietro si fece avanti e si strinse le braccia intorno a me. “Mi dispiace.”

Ho dato nel suo abbraccio. “Mi dispiace.”

Siamo rimasti così per un lungo periodo di tempo. Infine, ho tirato via. “Devo andare.”

Peter fece un cenno con il capo e si rivolse a piedi.

“Ciao Josie.”

“Ciao Pietro”. Non riuscivo neanche a guardarlo, era troppo triste. Mi precipitai giù il corridoio e verso l’ascensore. Tutto quello che volevo fare era andare a casa, mettere sul mio suda, e strisciare nel letto.

Voglio che questo lavoro, ma non posso essere con qualcuno che non in piedi per me. Non credo che parlare di Elizabeth sarebbe inutile—penso che Pietro sta solo cercando di giocare entrambi i lati della moneta. E preferisco essere da solo di essere con qualcuno che non si attacca al collo per me.

Pensi che questo è l’ultimo che mi capita di sentire da Pietro?

Lascia un commento