Come ho Avuto il Coraggio di Prendere una Grossa (Enorme, Enorme) di Vita Passo

Leggi di Chloe precedente post qui.

Mi è venuto vicino a perdere il mio lavoro di prima. L”ultima volta, Nicole ha avuto una relazione con Paolo, è ciò che ha salvato il mio lavoro e mi ha fatto un rilancio. Sembra che il karma a tornare in giro per questa vicenda per essere la cosa per farmi licenziato e inviare la mia vita in tilt.

Mi aspettavo di piangere sul mio modo di Nicole. Ho aspettato per il bene di lacrime. Ma, invece, le mie scarpe cliccando in basso la scala principale, mi sono sentito libero. Paolo e Nicole affare era appeso come un sipario nero, la mia vita. Ero così stanco di copertura per lei, per ingannare Clarke, per raccontare bugie. Ora, pur essendo disoccupati, senza prospettive in vista, mi sentivo bene. Cosa me depressa più di tutto è stato Chanel. Chi avrebbe il calore del suo mini filets la temperatura ideale? Che avrebbe segretamente buttare via la graffiante abiti di corrispondenza con gli stivaletti che odiava? Che vorresti giocare con il ripieno di panda amava?

Era una cosa stupida preoccupare. Chanel andrebbe bene. Lei potrebbe ottenere un nuovo nanny, che potesse prendere il suo poppe in profumato alla lavanda sacchetti e non dimenticate il suo cucciolo pedicure appuntamenti.

Ho guardato indietro, poco prima ho tirato aprire la pesante porta d”ingresso per l”ultima volta. Mi voltai e guardai su tre livelli. Nicole era in alto, con le mani sulla ringhiera, la testa rivolta in basso per me. Siamo rimasti lì per un momento, e ho aspettato. Per lei a dire “Aspetta! Ho fatto un errore!”, oppure, “non andare! Non potrò mai trovare un meticolosamente organizzati e bella assistente, mai più!” ma, ovviamente, lei non ha detto niente. E non ho detto nulla. Io girai la maniglia, ha tirato su la porta ed entrò nella calda Città di New York sun.

Carter era seduto sui gradini del nostro appartamento, edificio, quando mi si avvicinò. La sua camicia era spento, i muscoli della schiena stretching come si inclinò indietro di un blu freddo Gatorade. Lui mi ha visto e ha finito la sip, in piedi, come si asciugò la bocca con il dorso della sua mano, il suo abs di serraggio con la moto e i miei occhi si lasciò cadere sul loro proprio accordo prima di sollevare la schiena ai suoi occhi. Egli sorrise. “Ehi, grande città. Sorpreso di vedere durante il giorno.”

Mi si strinse nelle spalle, spostando la mia borsa tracolla sulla spalla. “Ho perso il mio lavoro.” Le parole si precipitò fuori freddo e insensibile, come la ragazza che ho usato per essere, l”unico per il quale il denaro scorreva come un idrante rotto su una strada di città. Grazie a dio avevo lavorato così tanto, io non avevo speso tutti i soldi reali in mesi. Che piggy bank attesa di me per almeno tre mesi, mi tenga il mio appartamento fino a quando ho potuto trovare un altro lavoro. Ho sentito la Maserati dietro di me, la sua lucida vernice rossa beffe di me. Non importa cosa, non avevo intenzione di chiedere a Vic per aiutare.

“Si, OK?” Carter mi guardò con circospezione, come se pensasse che io possa esplodere in lacrime proprio lì davanti a lui.

Mi misi a ridere. “Sto bene. Sarebbe stato meglio. Il mio capo era una brutta situazione.” Ho sorriso e la sua bocca l”ha seguita, tirando fino agli angoli. Ho cercato di mantenere i miei occhi su quel sorriso, per evitare di aprire bocca spalancata alle sue spalle, il suo petto sudato, il tono e i muscoli delle braccia, come aveva cessato le sue mani senza stringere sui fianchi. Non riuscivo a pensare a mille modi per sprecare il pomeriggio con lui.

“Bene, allora, dato il vostro programma gratuito, perché non ti prendo per il pranzo?”

Pranzo. Il nostro primo vero appuntamento, quello proposto interamente da lui. Di tutti i modi in cui ho pensato di trascorrere le ore con lui, un vero e proprio data non era stato uno di loro. Certo, potrebbe essere un peccato data.

Non mi importava.

“Mi piacerebbe”. Ho sorriso.

Lascia un commento