Come Questa Lesbica Mamma Riacquistato il Diritto di Vedere i Suoi Bambini

La Corte Suprema appena all”unanimità invertito Alabama rifiuto di riconoscere l”adozione di diritti che una donna lesbica è stata concessa in Georgia prima di lei e il suo partner di spalato, USA Today riferisce.

Il caso è stato originariamente portato da una donna, identificato solo come V. L. nei documenti del tribunale, contro la sua ex partner, che è identificato come E. L., che ha dato alla luce i loro tre figli in 16 anni sono stati insieme. Essi hanno inoltre stabilito di soggiorno temporaneo in Georgia per essere in grado di essere concesso l”adozione di diritti, che erano, e ora risiedono in Alabama.

Torna nel mese di settembre, tuttavia, l”Alabama Corte Suprema ha stabilito in favore di E. L., i cui avvocati hanno sostenuto che il tribunale della Georgia “non aveva alcuna autorità in Georgia legge, per l”aggiudicazione ad un”adozione” di V. L., per fortuna, La Corte Suprema ha stabilito lunedi che “[a] di stato non può ignorare il giudizio di una sorella di stato, perché non è d”accordo con la motivazione della sentenza o ritiene che sia sbagliato nel merito,” e ha detto che la Georgia decisione della corte deve stare in piedi.

Cathy Sakimura del Centro Nazionale per i Diritti delle Lesbiche, i cui avvocati hanno aiutato V. L., nel suo caso, per ripristinare la visita adottivo e diritti, dice che questa decisione è una vittoria non solo per il nostro cliente, ma per migliaia di adottato le famiglie. Nessun genitore adottivo o bambino deve avere per affrontare l”incertezza e la perdita di essere separati anni dopo la loro adozione solo perché un altro stato, il giudice non è d”accordo con la legge che è stata applicata nel loro adozione”.

Il genitore adottivo, V. L., inoltre, ha rilasciato una dichiarazione dopo la decisione del tribunale lunedi, dicendo: “ho avuto la mia mamma di bambini in ogni modo per tutta la loro vita. … [Quando] Alabama Corte ha detto il mio adozione non era valido e che non ero la loro madre, io non credo che potrei andare avanti. La Corte Suprema degli stati UNITI ha fatto la cosa giusta per la mia famiglia.”

Speriamo che questa sentenza aiutare tutte le coppie LGBT che si possono affrontare questi tipi di doloroso sfide del futuro.

Lascia un commento