Il 12 Fasi Emotive di Aver fatto Sesso a Casa dei Genitori di

1. Dobbiamo fare sesso. Siamo entrambi ancora sveglio. Siamo in questa piccola camera con nient”altro che un vecchio 13″ TV con un built-in lettore VHS. Dovremmo … si sa…

2. Per favore, non fare, come, qualcosa? Tutto bene, sì, so che i tuoi genitori sono a letto a destra della porta accanto, ma si poteva fare di cose a mano, giusto?

3. Ci può essere tranquilla. Sarà come un gioco divertente. OK, che sembrava inquietante, ma sai cosa voglio dire.

4. Prometto, missionario, come, a 10 minuti cime. Io darò il tutto per tutto. Non tenere indietro. No giochi di mente per durare più a lungo. Prometto, vi lascio così deluso.

5. Dover essere tranquilla, è in realtà una sorta di caldo. Siamo entrambi in questa ora, giusto?

6. Merda, siamo troppo forti? Che è stato gentile e disponibile. Siamo troppo in questo. Dial ritornare indietro.

7. Devono aver sentito. Pensi che hanno sentito che? Non posso trovare un ritmo, senza sentire il suono della pelle battendosi contro la pelle si riverbera intorno a questa stanza come siamo disosso di un”eco.

8. Non riesco a smettere di pensare a tuo padre ora. No, non in quel modo.

9. Lui è lì, dall”altra parte del muro … ascolto. Posso sentire la sua presenza. È come Voldemort e Harry Potter. Noi abbiamo una connessione ora.

10. Non posso. Io non posso farlo. Questo si sente troppo strano. Se lui sa che io sono venuta. So che non ha senso, ma se lui sa.

11. Egli sa. Posso sentire nel mio cuore e nei miei genitali.

12. Io giaccio sveglio temendo il riflesso prendo da lui domani a colazione. Egli si guardano negli occhi e sapere la mia vergogna e di tutti i miei peccati. Io non sarà in grado di sollevare il mio cucchiaio, perché le mie braccia saranno fissate con il peso delle mie colpe, e si siederà a capo del tavolo e il sorriso. Sorriso come il macchiata giogo intorno al mio collo tira il mio sguardo giù per la mia ciotola di portafortuna che si siede, e ammollo nel latte, fino a quando non sono troppo molliccia mangiare. E lui sorride, perché ha vinto.

Lascia un commento