La Straziante Realtà di Essere Transgender nel posto di Lavoro

Un nuovo studio BRITANNICO ha chiesto 435 persone che si identificavano come transgender se avessero mai affrontato la discriminazione sul posto di lavoro e il 60% di loro ha detto di sì, Rosa, rapporti di Notizie.

Intervistati ha detto che il 38 per cento della discriminazione è venuto da loro colleghi, il 25% dalla gestione, e il 29 per cento durante il loro colloquio di lavoro.

Lo studio rileva inoltre che, in questo caso, “transgender” è usato per indicare qualcuno che si sentiva che il sesso assegnato alla nascita, non completamente a descrivere, in modo genderqueer persone che, potenzialmente, potrebbero essere mescolati con gli intervistati.

Ancora più sconvolgente è che il 36 per cento degli intervistati ha detto che hanno dovuto lasciare il loro lavoro perché hanno sentito così disgustato dall”ambiente, e il 21 per cento ha detto di non ritenere che avevano ricevuto alcun supporto da parte di HR durante il loro passaggio, mentre il 53 per cento ha sentito il bisogno di nascondere il loro essere transgender dai loro colleghi.

Fox Fisher, un attivista transgender detto Rosa Novella”, di Soggiorno o in cerca di occupazione può essere un potenziale incubo quando sei trans. Molti datori di lavoro non sono a conoscenza dei loro diritti, e spesso siamo in una fase vulnerabile del nostro passaggio. L”ironia è che così tante persone trans so che sono estremamente intelligente e voglia di lavorare.”

Oggi segna anche Internazionale Transgender Giorno di Visibilità, ed è quindi particolarmente importante prendere un momento e ricordare che la lotta continua ancora oggi in tanti diversi aspetti di transgender vita delle persone.

Lascia un commento