Nutella, Divieti, la Parola “Lesbica” in Campagna di Marketing, Ma Non “Gay”

Nutella ha lanciato una campagna di marketing di questa settimana consentendo a tutti di personalizzare la propria Nutella etichette, dicendo: “Qui è possibile creare messaggi personalizzati e condividerli con chi ami!” Beh, fintanto che quelle persone non sono lesbiche, perché l”uso della parola “lesbica” è vietato [via Rosa News.

L”elenco completo dei termini non si può mettere l”etichetta personalizzata include “Musulmano” e “Ebrei” (ma “Cristiano” è OK), e “homo” e “lesbica” (ma “gay” non è bene).

Ferrero, la società dietro la Nutella, ha detto in una dichiarazione:

Negativi o offensivi messaggi direttamente sono stati rimossi dal campo di possibilità, con l”idea di utilizzare il vasetto di Nutella come un mezzo di comunicazione per condividere l”entusiasmo. Allo stesso modo, le parole di comunità che sono spesso oggetto di attacchi da parte di malintenzionati sono stati rimossi dalle proposte.

Voglio capire il loro istruzione “Oh, loro popolo preoccupato di scrivere offensivo, denigratorio cose sulle etichette, quindi sono esclusi tutti i potenziali legature” ma che la logica non sia in possesso di se altre religioni e sessualità sono lì. Quindi, essere Musulmano o Ebreo di più “offensivo” di essere Cristiano? Ooookay.

Non preoccupatevi però, ho creato questa GIF dopo ho capito che posso aggirare il divieto aggiungendo una “s” alla parola “lesbica.”

Lane Moore

C”. Che è meglio.

Lascia un commento