Telefonate ed Ex Fantasie

Leggi di Chloe post precedente.

Ho appena avuto il tempo di parlare prima di Vic la voce è venuto attraverso la cella. “Non salire su quella cosa sporca. La metropolitana? Davvero Chloe, Dio solo sa cosa ti cattura.”

Ho girato intorno, scrutando in bianco brillante piazza del sole, un rigonfiamento del bundle newyorkesi versando sul suo bordo e correndo giù per le scale, le vibrazioni del treno in arrivo pulsare sotto i miei piedi. “Mi state seguendo?” Mi sibilò nel telefono.

“Hell no. Io sono al Bellagio per pulire casa in blackjack” — Cristo, quello che uno stronzo — “Ma Jake è. E lui mi ha mandato un sms che si sta andando verso il 6. Che cazzo stai facendo?”

“È questo sul serio ciò che mi hai chiamato?” Ho potuto vedere il treno, la calca di corpi gonfiore come un mare di vermi intorno a un premio. Ho sfruttato i miei MetroCard contro la mia gamba, non ha fretta di unirsi alla festa.

Sospirò nel telefono. “Secondo Jake, sei in tacchi — e so che il vostro tacchi. Essi non sono costruiti per l”uso effettivo. Trotto il sexy culo su quelle scale, arrivare in auto calda, e lasciare che Jake prendere a casa. Per favore. Poi ti riattaccano e mai preoccuparsi di nuovo.”

“Mai?” Ho sfidato.

“Farò del mio meglio.”

Ho intrecciato, avanti e indietro, la mia borsa oscillante con la quantità di moto, dalle tenebre alla luce. Anche se, in questo contorto scenario, sono stati flip-flop: il buio e sporco sbuffo della metropolitana è dove devo andare, la luce e la strada soleggiata, il percorso che devo evitare.

“Vieni sul bambino. Mi permetta di fare questa cosa. Solo uno.” Come on baby… la sua mano mi tira in un guardaroba armadio, troncatura pellicce e mi spinge contro il muro.

Come on baby… la sua lingua, morbido sul mio interno coscia, il raschiare della sua five o”clock shadow solletico come le sue mani diffondere le mie ginocchia divaricate e la sua bocca si mosse più in alto.

Come on baby… le sue mani il mio vestito, la sua bocca sul mio collo, come abbiamo nascosto nell”ombra di un club, la musica martellante, corpi dappertutto.

Come on baby…

Il problema è con l”amore. Non c”è nessun interruttore.

Ho chiuso la chiamata e si affrettò giù per le scale, nella fredda oscurità sotto.

Leggi di Chloe prossimo post.

Lascia un commento